sabato 12 gennaio 2008

Senza meta


"In ogni città dove sono stato a vivere per un pò c'è sempre un luogo che diventa il "mio posto". Quello dove vado per pensare, quello che mi regala una sensazione familiare di intimità. Spesso è semplicemente il primo che trovo quando arrivo in una città nuova." (Il giorno in più)


Ecco, quello che vorrei che mi portasse l'anno nuovo è un viaggio.

Sinceramente non mi interessa dove, che sia all'estero o in Italia: ho semplicemente voglia di una città da scoprire, dove ad ogni angolo c'è comunque qualcosa che non ho mai visto, di un nuovo "mio posto".

In realtà per ogni città in cui sono stata c'è più di un posto che ho sentito mio.

Spesso e volentieri un caffè.


Faccio fatica a pensare che ci siano paesi al mondo che non vedrò mai, faccio fatica a pensare che ogni volta che scelgo una meta ne escludo altre. Ci sono talmente tante cose che vorrei vedere, ascoltare, assaggiare...

Forse l'unica soluzione è girare senza meta, come facevamo io e mio padre quando ero piccola in giro per Milano.


Sono inguaribilmente curiosa.

Per fortuna.

3 commenti:

fedegeta ha detto...

Proposito per il 2008: fare un viaggio in un posto dove non siamo mai stati...
Se siamo fortunati, magari ci incontreremo proprio là. E ci prenderemo un caffè insieme! ;)

Un abbraccio
Fede

Anonimo ha detto...

STavo pensando. chissa che fine hanno fatto i vecchi amici? Così ho aperto google e ti ho cercato ...e trovato!
Belle foto!

Besos Arianna

Anonimo ha detto...

Arianna!
...non è possibile, ti pensavo anch'io proprio ieri, quando mi sono capitate tra le mani delle foto...
Che bello sentirti, se ti fa piacere scrivimi su karin.vettorel@gmail.com e lasciami un tuo contatto!

Grazie mille, un abbraccio
Karin